sabato 6 febbraio 2016

EXTRA LEZIONE - "Il fumetto"


L’arte è una forma di comunicazione universale basata su un linguaggio misto (verbale e non-verbale). Ma l'arte  non è l’unico linguaggio ad utilizzare entrambe le forme di comunicazione: pensiamo ad esempio alle pubblicità, ai film o ai fumetti! Prendiamo in esame quest'ultimo e vediamo di che si tratta...

lunedì 11 gennaio 2016

6°LEZIONE - "Che cos'è la percezione visiva" (II°parte)


In questa seconda parte della lezione, vedremo alcune figure molto particolari di cui si sono serviti gli artisti nel corso della storia dell'arte...

5°LEZIONE - "Che cos'è la percezione visiva" (I°parte)


Il meccanismo della visione
Il sistema visuale dell’essere umano è composto da varie parti:
  • l’occhio, un organo che raccoglie gli stimoli  luminosi del campo visivo esterno
  • gli elementi ricettori (coni e bastoncelli), che trasformano gli stimoli in impulsi elettrici nervosi
  • il nervo ottico,  che trasmette questi segnali al cervello, dove vengono elaborati

7°LEZIONE - "Balla e la rappresentazione del movimento"


FUTURISMO
Nasce in Italia nel 1909 e ad esso appartiene l’artista Giacomo Balla ed il trentino Fortunato Depero. Questo movimento, oltre che di arte figurativa, si interessò di letteratura, di poesia, di architettura, di teatro, di musica, di danza, di moda e di grafica, fino ad ottenere una reale fusione e compenetrazione di tutte le arti ed espressioni creative. L’aspetto centrale del Futurismo era la rappresentazione del movimento: secondo i futuristi, infatti, qualunque oggetto muovendosi si fonde con lo spazio circostante trasformandosi e creando nuove forme. Inoltre, la rappresentazione del movimento consentiva a questi artisti di celebrare al meglio gli aspetti che caratterizzavano il secolo 900, vale a dire l’energia, la velocità e il cambiamento.

giovedì 3 dicembre 2015

6°LEZIONE - "Picasso e la rappresentazione della guerra"


CUBISMO – Nasce in Francia nel 1907 e ad esso appartiene l’artista Pablo Picasso. Si può tuttavia individuare in Paul Cézanne un pittore che nelle sue solitarie sperimentazione è stato in grado di prefigurare quelli che saranno lo stile, la visione e le tematiche cubiste. Partendo dalla semplificazione delle forme di Cézanne e dall'osservazione dell'espressività delle maschere africane, alcuni artisti iniziarono ad operare una scomposizione della figuratività e giunsero così alla scomposizione dell'oggetto, abbandonando completamente la visione prospettica e naturalistica.